Scared to death – Christy Cabanne (1947, 60 min.)

scared to death

Mi scusi professore, ma può essere che io l’abbia appena vista fuori abbaiare alla luna?

Se non fosse l’unico film a colori interpretato da Bela Lugosi, probabilmente di Scared to death non si ricorderebbe ormai nessuno. A dispetto della godibile interpretazione dell’attore ungherese, che comunque si limita a recitare se stesso, il film è noioso, confusionario e di una lentezza esasperante, sebbene la sua durata superi di poco l’ora.
In Scared to death il cadavere di una donna in obitorio racconta allo spettatore la storia della propria morte tramite un lungo flashback: paranoica e instabile, la protagonista è convinta che qualcuno complotti alle sue spalle per ucciderla o renderla pazza, in modo da costringerla a divorziare dal marito. Beh, alla fine del film non si può certo darle torto, dato che come si poteva immaginare fin dall’inizio l’epilogo la vedrà letteralmente morire di paura.
E’ difficile descrivere la trama, ricca di incongruenze e di toppe messe qua e là per dare un senso a certe scene, per cui mi limiterò a dire che, nonostante il film nasca come horror, di questo genere rimane veramente ben poco, forse la sola presenza di Lugosi, nel ruolo di un illusionista sinistro e misterioso. Più che altro la pellicola assume i toni del giallo o della mistery-story, accompagnata da musiche che si pretenderebbero terrificanti e da un umorismo a dir poco irritante.
Se volete un esempio di come NON si dovrebbe girare un film, Scared to death è quello che fa per voi: vi assicuro che alla fine cercherete invano Ed Wood tra i titoli di coda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...